Tutti gli articoli di Andrea Matano

street5

Street Art o semplici graffiti?

Sempre più spesso giornali e notiziari, dedicano servizi incuriositi al fenomeno della Street Art, complice la vendita milionaria di un’opera, o un intervento particolarmente felice dell’artista inglese Banksy universalmente noto.

Tuttavia la maggior parte di questi articoli si limita al racconto di un’impresa senza arrivare al cuore della questione: cos’è la street art? Innanzitutto è bene precisare alcune cose: i graffiti, quelle scritte affascinanti e generalmente incomprensibili e le firme sui muri seppure abbiano una radice comune, seppure utilizzino tecniche comuni, non si considerano street art; chi decora dietro compenso le saracinesche dei negozi non fa street art.

Gli interventi di riqualificazione urbana a carico di amministrazioni locali non si considerano street art, ma sono concepiti come una sorta di arte urbana: ad esempio a Forlì, in via Andrelini, potete ammirare il lavoro di Gomez, l’artista scelto dal Comune di Forlì per decorare, con la sua “street art”, un prospetto di dieci metri di un edificio pubblico a due passi dai musei del San Domenico. In cima ad una piattaforma aerea, Gomez, di origini venezuelane, ha sfoderato bombolette spray e colori a olio e acrilici per tracciare un grande profilo di donna.

Nel centro storico di Forli ancora non ci sono opere cosi particolari che potrebbero non piacere a tutti, per realizzarle forse bisognerebbe prima chiedere il parere dei locali o negozi presenti presso la splendida Piazza Saffi in pieno centro, costellata da palazzi storici, come ad esempio a Saffi 25, oppure al  Bar Paccagnella., o ancora al Caffè Ceccarelli. Tuttavia tali locali forse pensando che in realtà la street art a Forlì è stata pensata come una più ampia riflessione su un’arte che già in altre parte d’Italia è stata un grande strumento di rilancio artistico, forse potrebbero anche vederla di buon occhio, anzi come un mezzo che può attirare un maggiore numero di turisti e quindi di clienti.

stress2

Stress: Conoscerlo E Combatterlo, Tutto Quello Che C’è’ Da Sapere In Poche Righe

Al giorno d’oggi, tutti sentiamo parlare di stress e ci sentiamo vittime di tutto ciò, ma sappiamo davvero cos’è?
Lo stress è una risposta psicofisica a compiti, anche diversi tra loro, di natura emotiva, cognitiva e sociale che l’individuo percepisce come eccessivi, il primo a parlarne fu Selye definendolo come “risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata da questo”.
Nei tempi frettolosi nei quali viviamo, essere liberi dallo stress risulta al quanto impossibile, ecco alcuni semplici rimedi per aiutare a combattere questo fenomeno.
Il primo è l’amore, può sembrare strano ma una ricerca della North-western University ha scoperto che i baci, oltre a bruciare calorie, aumentano i livelli di endorfine, anche l’ossitocina aumenta durante un bacio promuovendo un senso di calma e diminuendo lo stress.
Un altro rimedio è nel fare passeggiate durante la pausa pranzo, è un ottimo rimedio per combattere lo stress da lavoro, aiuta a schiarire i pensieri ed aumenta i livelli di endorfina, ancora meglio se in un luogo aperto e circondato da natura, per esempio un parco.
Assumere potassio è scientificamente provato che riduce lo stress, per mangiare una banana aiuta a regolare la pressione che aumenta nei momenti di stress, a recuperare le energie e a rimettersi in moto.
Secondo i ricercatori, la sola vicinanza alle piante può rilassarci, infatti è stato scoperto che facendo entrare un certo numero di persone in una stanza piena di piante si è verificata una diminuzione della pressione di ben 4 punti.
Sottovalutare lo stress è un errore gravissimo, se non si cerca di ridurlo le conseguenze possono essere ben gravi dato che può indurre conseguenze gravissime, il consiglio è quello di ritagliarsi un po’ di spazio, un massaggio può essere la risposta a tutto data la quantità di centri che ci sono nelle nostre zone, come ad esempio al centro estetica In primo piano di Forlì, a Cesena i centri Bios e a Ravenna il centro estetico e benessere Luce.

ansia6

Il Natale spesso è causa di depressione e ansia

Se per qualcuno gli addobbi natalizi, le luminarie, la preparazione di prelibatezze coinvolgono e aiutano ad entrare in un clima di condivisione e rilassatezza per altri possono essere causa di ansia e agitazione.
Può sembrare strano, ma il periodo pre e post natalizio può essere fonte di pesanti disagi soprattutto per quelle persone che investono emotivamente molto sul Natale anche attraverso la corsa sfrenata ai doni per amici e parenti.
Molte volte il problema nasce dalla necessità di fare “bella figura” in particolar modo con quei parenti che si incontrano soltanto per le feste e dai quali non si vogliono ricevere critiche.
I sintomi più frequenti riguardano l’acutizzarsi di sentimenti come la malinconia e la tristezza, l’inappetenza e disturbi connessi alla qualità e alla quantità del sonno. Tutto ciò può originare, in alcuni, comportamenti compulsivi e attacchi d’ ansia senza che ne abbiano piena coscienza. Il Natale è per tutti fonte di grande investimento emotivo.
Insomma, per molti italiani il Natale e le feste sono uno stress e non un piacere. E’ questo quello che emerge da un sondaggio condotto da Eurodap, Associazione Europea disturbi da Attacchi di Panico, che ha intervistato 1100 persone tra 20 e 60 anni.
I regali è meglio farli se si avverte davvero il desiderio e sceglierli in rapporto alla persona avendo presente che un piccolo pensiero ben curato sarà di certo apprezzato meglio di un oggetto donato senza sentimento. Per fronteggiare poi nel migliore dei modi queste situazioni vi possono essere alcune soluzioni. Ad esempio cimentarsi in cucina e nella preparazione di addobbi e decori per la tavola può dare vita ad un momento di condivisione per la famiglia. Il gusto della condivisione è proprio questo, ovvero, lo scegliere con chi stare e dove stare.
Un altro rimedio può essere fare shopping, magari regalarsi qualcosa che si desidera da tanto tempo, come una splendida borsa che sicuramente vi aiuterà ad essere impeccabile e più sicure di voi nelle occasioni più importanti e vi farà dimenticare la tristezza, almeno per qualche istante.
Se però il disagio che provate in questo periodo natalizio è in realtà lo specchio di un malessere che già da tempo sentite, la migliore soluzione rimane quella di rivolgersi ad un professionista che saprà consigliarvi su come affrontare al meglio non solo il Natale, ma la vita nelle sue difficoltà; a tal proposito vi suggeriamo alcuni professionisti a cui potete rivolgervi in Emilia Romagna come la psicologa Rosalba Aiazzi e la psicoterapeuta Michela Granati.

shutterstock_748716106

Tante idee golose per Natale: panettoni artigianali e regali fai date

Il Natale si sta avvicinando a grandi passi ed è tempo di pensare ai regali e se invece dei soliti doni impersonali e a volte inutili, quest’anno ci orientassimo sui regali golosi, magari di manifattura artigianale?
Questo tipo di regalo è adatto davvero a tutti. Colleghi di lavoro ai quali sarebbe impossibile fare dei regali personalizzati, amici, conoscenti e parenti.
L’astuzia è di avere sempre a disposizione un regalino goloso da portare ad una cena o ad un tè, occasioni alle quali non vi mancherà di essere invitati spesso durante il periodo natalizio.
Fra i regali di Natale non può infatti mancare il panettone, come quello proposto in vari gusti golosi che potrete trovare presso la Pasticceria Fabbri che si occupa della produzione di panettoni artigianali a Cesena, oppure presso la pasticceria Cenni di Faenza.
Per chi preferisce regalare il classico cesto di Natale, che è sempre un regalo apprezzato, ad esempio perfette sono le specialità dolciarie BABBI a Cesena per un regalo di Natale di sicuro gradimento.
Se poi avete amici amanti del torrone, allora presso Dolciaria Rocca a Forlì potrete trovare gustosi torroni di vari gusti golosi.
Se invece vi piace confezionare con le vostre mani vostri regali, potete orientatevi soprattutto verso la preparazione di biscotti, cioccolatini e tartufi dolci: potrete prepararne una quantità importante con un certo anticipo.
I biscotti, come pure i cioccolatini, si conservano fino a una settimana in una scatola di metallo, e potrete personalizzarne la confezione a seconda delle persone a cui li offrirete.
Il sale alle erbe, lo zucchero vanigliato e l’olio al peperoncino sono tre condimenti facili da realizzare, che potrete preparare anch’essi in anticipo e poi regalare a Natale.
Per il sale alle erbe vi basterà versare del sale fino in un’insalatiera e mescolarlo a del rosmarino tagliuzzato fino e della salvia, anch’essa tagliuzzata fina. Una volta mescolato il tutto non vi resterà che ripartirlo in piccoli vasetti di vetro a chiusura ermetica.
Per lo zucchero vanigliato, tagliate due o più stecche di vaniglia nel mezzo per estrarne i semini che verserete in un’insalatiera. Tagliuzzate le stecche di vaniglia a pezzettini molto piccoli e versatele nell’insalatiera insieme ai semini di vaniglia. Aggiungete dello zucchero in quantità equilibrata per non far sparire la vaniglia, mixate il tutto in un robot e ripartite lo zucchero vanigliato ottenuto nei vasetti di vetro o nelle scatole di tè in bambù, per riutilizzarle.
Per l’olio al peperoncino, fate seccare dei peperoncini piccanti piccoli, una ventina di giorni prima della preparazione del vostro olio. Dopodiché metteteli in un vasetto di vetro, coprite di buon olio extra-vergine di oliva, chiudete ermeticamente il barattolo e il gioco è fatto. Potrete imbottigliarlo anche in piccole bottigliette di vetro: in commercio se ne trovano di estetiche che si prestano per essere offerte in regalo.

Expo Elettronica

Sabato 2 e domenica 3 dicembre Expo Elettronica e Forlive Comix&Games: un’edizione davvero speciale!

Sabato 2 e domenica 3 dicembre Forlì diventa la capitale dei sogni hi-tech formato fumetto: elettronica e comics conquistano il quartiere fieristico di via Punta di Ferro dove tecnologia, fantasia e creatività sono gli ingredienti per un weekend di divertimento e idee regalo per tutti.

Expo Elettronica è la storica rassegna commerciale dedicata ai prodotti, materiali, accessori e ricambi hi-tech low cost che ad ogni edizione richiama diverse migliaia di visitatori da tutta la regione.

Inoltre, con un unico biglietto, si partecipa anche a Forlive Comics & Games, la versione 4.0 della fiera del fumetto e raduno deputato per tutti i cosplayer.
Per gli appassionati di videogames l’appuntamento è alla Gameplay Arena dove sfidarsi con i videogiochi più appassionanti.

Expo Elettronica e Forlive Comics & Games si sviluppano su 20 mila metri quadrati di puro intrattenimento con 150 espositori dell’area elettronica e 50 per i fumetti, giovani e meno giovani, famiglie e appassionati del settore potranno tuffarsi nel vasto mondo dell’elettronica, provare e avere in mano l’ultimo device, piccoli elettrodomestici, decoder digitali, tablet ricondizionati, home theatre, pc, periferiche, lettori dvd e masterizzatori. E molto altro ancora, con la tecnologia dal produttore al consumatore che garantirà prezzi molto vantaggiosi rispetto alla normale distribuzione.

Expo Elettronica torna ad ospitare la Fiera dell’Astronomia, tanto attesa dagli appassionati e dagli amanti delle stelle che avranno l’occasione di ritrovare le associazioni astrofile per scambiare conoscenze ed approfondire le proprie curiosità.
Ma la Fiera dell’Astronomia non è la sola ad allietare il pubblico: anche gli appassionati di fotografia avranno modo di dare sfogo ai propri interessi con Fotomercato la mostra-mercato che propone materiali e attrezzatura vintage e occasioni dell’usato sia per fotografia analogica che digitale, spaziando da Leica a Nikon, da Canon ad Hasselblad. Apparecchi antichi e moderni a soffietto da vero collezionismo e fotografie d’autore antiche ed attuali, realizzate con antichi procedimenti, ingranditori ed accessori per la camera oscura.

Dal fumetto all’astronomia, dalla fotografia ai dischi senza dimenticare la tecnologia e il gioco.

In questo contesto sono in programma anche le Olimpiadi Robotiche con alcuni istituti superiori che si sfideranno all’ultimo androide.
Nella due giorni di Expo Elettronica i piccoli robot programmati dagli studenti si sfideranno in diverse discipline: Line Follower, Robo Calcio, Mini Sumo e Robo Labirinto.

Dove, come, quando:
Date e orari: sabato 2 e domenica 3 dicembre dalle 9 alle 18
Luogo: Fiera di Forlì, Via Punta di Ferro 2, Forlì
Organizzazione: Blu Nautilus Srl
Info: 0541439573; http://www.expoelettronica.it
Ticket unico valido per tutti i settori espositivi
Acquisto in cassa: intero 10 €, ridotto 8 €
Acquisto online: Intero € 9,00 + d.p.; Abbonamento per due giorni € 17,00 + d.p.

Dati forniti da Blunautilus Srl

REGALI6

Le migliori idee regalo originali per lui e per lei

Ogni Natale presenta lo stesso identico problema: i regali. Nonostante le tantissime idee che abbiamo a disposizione non è semplice acquistare il regalo perfetto di Natale per i nostri familiari, amici, fidanzati o fidanzate, colleghi d’ufficio, nonni e perché no, anche gli animali.
Fortunatamente ogni anno la tecnologia ci offre delle idee regalo a misura d’utente: dagli intramontabili smartphone fino ai visori VR è veramente molto semplice scegliere il dono ideale. L’importante è stabilire un budget e andare alla ricerca del prodotto che soddisfi le proprie richieste. Ecco una raccolta di alcuni regali tecnologici per il Natale 2017.
Un’idea poco originale ma molto “sostanziosa” è lo smartphone. Sono due i modelli che vi suggeriamo: l’iPhone X e il Samsung Galaxy S8. Entrambi sono abbastanza ergonomici e hanno caratteristiche da top di gamma. Il design di iPhone X, rispetto ai precedenti iPhone, è particolarmente innovativo. Il retro di iPhone X è totalmente in vetro, mentre le cornici sono state ridotte, seppur mantenendo sulla parte alta dello schermo una cornice in cui sono presenti la fotocamera frontale e tutti i vari sensori per la funzione Face ID, di riconoscimento facciale. Il design di Samsung Galaxy S8 è stato rinnovato con materiali premium e un form factor allungato. Il nuovo Galaxy S8 è dotato di certificazione IP68, ovvero può essere sommerso sott’acqua a 1,5 metri fino a 30 minuti.
Un’idea regalo originale e allo stesso tempo elegante è il braccialetto per il Fitbit Flex 2. Valida alternativa è lo smartwatch che abbina tecnologia e design. Per chi è invece alla ricerca qualcosa di più particolare può optare per la fotocamera digitale istantanea Polaroid Snap Touch o per il nuovo lettore e-book il Kindle Oasis.
Qualsiasi cosa desiderate regalare la miglior cosa è recarsi in un negozio assortito e di fiducia, all’interno del quale il personale qualificato saprà consigliarvi al meglio, come Comet a Cesena che opera nella distribuzione di elettrodomestici, oppure Valentini Elettrodomestici per la vendita di elettrodomestici a Forlì, o ancora Mediaworld specializzato nella vendita di elettronica di consumo a Savignano Sul Rubicone.

REGALI6

Quando conviene comprare i regali di Natale

Il Natale è quasi alle porte, ma non troppo! Siamo ancora in tempo per organizzarci, per pensare “cosa regalare a chi” e per comprare i nostri doni.  Ma quando conviene comprare i regali di Natale?

I prezzi, sotto Natale, aumentano, si sa. Come si sa che, subito dopo Natale, i prezzi si abbassano per i tanto amati saldi! Ma allora, non conviene comprare i regali di Natale poco prima? A quanto pare no! O meglio, dipende.

Comprare i regali nel pieno del periodo natalizio ci consente di vivere al massimo il bello e il brutto della festività. Passeggiare in strade addobbate con luci natalizie, ammirare vetrine messe a punto per l’occasione, trovare “idee regalo natalizie” già pronte. Ma significa anche pagare ciò che compriamo a prezzo pieno, a volte maggiorato, fare file interminabili, stressarsi per trovare parcheggio, sgomitare tra la folla, immergersi nel caos prenatalizio!

Per chi ama risparmiare ma fare comunque bella figura e per chi vuole scansare consapevolmente il caos natalizio, c’è la soluzione: comprare i regali molto prima!

Ad esempio in questo periodo si può approfittare del Black Friday, quest’anno il 24 novembre, il giorno in cui i negozi propongono promozioni e saldi. Già da qualche giorno su Amazon si trovano sconti interessanti, e potete approfittare degli sconti in tutte le categorie, come ad esempio elettronica, informatica, casa e cucina, abbigliamento, giocattoli, musica e molto altro ancora.

Oppure se volete aspettare magari un altro po’ perché ancora non avete le idee chiare sui regali da fare, ma tuttavia volete comunque risparmiare, potete consultare Più Codici Sconto un portale totalmente gratuito che raccoglie le migliori offerte per risparmiare sugli acquisti; qui troverete le promozioni di oltre 1000 negozi, sia nazionali che internazionali, attivi in diversi settori e ottenere una riduzione sul totale dell’ordine o l’azzeramento delle spese di spedizione il tutto gratuitamente, ottenendo ad esempio codici sconto per fare acquisti su Ibs se in particolare vi piace regalare libri oppure musica.

Se invece amate la buona tavola allora non c’è regalo migliore di una bella cesta natalizia: Acquisti, specializzata in confezioni natalizie per aziende svolge un’accurata selezione di prodotti tipici di prima qualità per i vostri regali, proponendo vini e prodotti della gastronomia italiana.

officina3

Quando montare i pneumatici invernali

Il tempo può cambiare in modo imprevedibile in questo periodo dell’anno. Perché correre rischi inutili? Segui una semplice regola: quando la temperatura si mantiene sotto la soglia di 7°C, è tempo di sostituire i pneumatici estivi. In ogni caso, informatevi anche sui periodi e sulle disposizioni delle ordinanze locali.

La stagione fredda è alle porte e per chiunque sia al volante in zone caratterizzate da climi rigidi c’è l’obbligo pneumatici invernali. Ghiaccio e neve sulle carreggiate, infatti, ti espongono al rischio di andare fuori strada con facilità. O di provocare incidenti anche fatali.

I pneumatici invernali, o gomme termiche o gomme da neve, permettono all’auto una maggiore aderenza sull’asfalto, aumentando la tenuta di strada e la frenata. Sono, quindi, le gomme più adatte per affrontare manto stradale bagnato, ghiacciato o innevato e andrebbero montate con temperature inferiori ai 7°.

I pneumatici invernali sono anche detti gomme termiche o pneumatici lamellari, in virtù del loro funzionamento e della loro conformazione. Si tratta di gomme composte da una mescola di silice che si scalda rotolando. Più la gomma è calda su manto freddo, più si mantiene flessibile e aderente a terra, garantendo una perfetta tenuta anche in presenza di neve abbondante.

Le gomme termiche o invernali si riconoscono da sigle e simbolo posti sul loro fianco. I pneumatici idonei a neve e a basse temperature hanno tutti la sigla M+S (Mud&Snow e fango&neve) oppure M-S, M&S, MS. In più, presentano il simbolo di una montagna.

C’è un modo per evitare il cambio gomme invernali e per non incorrere in sanzioni? C’è ed è quello di montare sull’auto le gomme quattro stagioni. Parliamo di pneumatici creati per resistere benissimo sia alle alte temperature estive, che a quelle rigide invernali, garantendo aderenza al suolo in tutte le stagioni. Sembra però che le performance non siano al livello delle gomme termiche ed è per questo che vi consigliamo un cambio gomme invernali, per i vostri tragitti con neve, pioggia o ghiaccio. Il proprio meccanico di fiducia è la persona più indicata per chiedere informazioni sul corretto cambio delle gomme, ed a tal proposito vi consigliamo l’officina meccanica Energy di Forlì, o Oliviero Officina a Rimini, oppure a Cesena Magnani Service.

 

cane6

Naso secco nel cane: quando non preoccuparsi

Naso secco nel cane, non è per forza motivo di allarme, non lo deve essere e dopo questa lettura non lo sarà. O meglio, capiremo come e quando è normale che lo sia e quando invece, in caso di naso secco nel cane, è meglio ricorrere al veterinario.  Deve essere subito chiaro che il naso secco nel cane non significa necessariamente che sia malato. Esistono molte ragioni banali per cui ciò accade e non sono problemi di salute bensì occorrenze.

In estate fa caldo ed è piuttosto normale che il cane, magari steso al sole o in un ambiente in cui non circola aria, mostri il naso secco. In questo caso, quando la causa è il sole, le razze con il tartufo chiaro o rosa, sono più colpite, un po’ come le pelli chiare rispetto alle olivastre in noi umani sono più soggette a scottature.

Sotto il sole il naso secco nel cane è abbastanza normale e può essere accompagnato da screpolature o colpi di sole. In questo caso va protetto con una crema dermatologica adeguata.

E’ necessario controllare che il naso secco nel cane non sia accompagnato da altri sintomi più significativi e riconoscibili, che possono essere legati a degli espliciti problemi di salute. Se il nostro cane si mostra particolarmente e stranamente stanco, con il naso secco, oppure non ha tanto appetito, è meglio rivolgersi ad un veterinario per capire cosa c’è sotto. Lo stesso se vediamo che ha disturbi gastro-enterici, oppure se, osservando il tartufo, notiamo croste o macchie. Possono esserci motivi altrettanto banali ma, nel dubbio, meglio che il nostro cane sia guadato da un occhio esperto. A volte i piccoli segnali aiutano a prevenire cose grosse, a volte i piccoli segnali restano piccoli segnali. Presso l’ambulatorio Veterinario del Dr. Marcello Benvenuti in via Cesenatico 4020 a Cesena potete approfittare per avere una consulenza specializzata.

Se il vostro cane soffre di qualche allergia, può essere comune che mostri anche secchezza nasale allora potrebbe essere estremamente utile sterilizzare i suoi indumenti ed accessori e a tal proposito vi consigliamo di rivolgervi ad una lavanderia specializzata in tale tipologia di servizio come la Lavanderia a gettoni Le Vigne a Cesena in Piazza dei Partigiani 9.

pappareale2

Il Miglior tonico naturale per gestire al meglio la temutissima sindrome da rientro

I rientri, in particolare, sono i peggiori nemici e allora già prima di partire sarebbe buona norma distrarsi con qualcosa di gradevole e rinviare l’apertura del ciclo del ritorno. Così i giorni precedenti alla partenza possono essere spesi per fare una lista delle cose belle che la vacanza ci ha regalato, pensare alle cose positive della quotidianità, e non solo a quelle negative, ad una motivazione valida che ci spinga a vivere la vita di tutti i giorni in maniera serena.

Nelle settimane appena dopo il rientro dalle vacanze, si accumula molto stress: reimpostare il lavoro e la vita familiare richiede di solito uno slancio che la mente riposata fatica a ritrovare. Aiutatevi con la pappa reale, un eccezionale rimedio naturale per riprendere energia e anche per rafforzare l’organismo prevenendo così i malanni autunnali. Apprezzata fin dall’antichità, la pappa reale favorisce infatti la produzione di emoglobina, combatte la depressione e i sintomi dell’affaticamento e preserva la memoria.

La pappa reale è un alimento nobile già dal nome e dalle origini: all’ape e possiamo considerarla un elisir naturale, dalle alte proprietà nutritive, consigliata dai pediatri anche durante l’infanzia.

La pappa reale ha un forte contenuto energetico: per questo, è particolarmente indicata nei periodi di studio e di attività lavorativa intensa, per combattere stanchezza cronica e stati di astenia, sintomi depressivi e ansia e per stimolare la memoria

Oltre ai rimedi naturali per gestire al meglio la sindrome da rientro per esempio possiamo fare un po’ di movimento, considerando che in inverno ne facciamo molto poco, oppure possiamo coltivare qualche nuovo hobby come quello del giardinaggio che si fa molto volentieri durante la bella stagione.

Tuttavia se proprio non riusciamo a trovare il giusto equilibrio e le forze per affrontare i problemi d i tutti i giorni neanche con alcuni rimedi offerti dalla natura o con lo sport, allora poterebbe essere molto utile l’aiuto di un psicologo, a tal proposito vi suggeriamo alcuni professionisti a cui potete rivolgervi in Emilia Romagna, come alla Dott.ssa Elisa Magnanensi Psicologa e Psicoterapeuta di Ravenna, oppure al Dott. Fabio Molari psicologo-psicoterapeuta di Cesena, o alla Dott.ssa Monica Mambelli psicoterapeuta di Forlì.