Archivi categoria: Forlì

Yuri Ciccarese (flauto) Pierlugi Di Tella (pianoforte)

Concerto di Solidarietà organizzato dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Forlì – Venerdì 14 giugno ore 18.30

Venerdì 14 giugno ore 18.30 presso la Sala “Sangiorgi” del Liceo Musicale di Forlì (c.so Garibaldi, 98 – Forlì) la Croce Rossa Italiana-Comitato di Forlì organizza un Concerto di Solidarietà.

Interverranno per noi i maestri

  • Yuri Ciccarese (flauto)
  • Davide Bartelucci (sassofoni)
  • Pierlugi Di Tella (pianoforte)

per farci piacevolmente ascoltare le musiche di

  • Gershwin (TRE PRELUDI)
  • Joplin (BETHENA CONCERT WALTZ)
  • Shostakovich (JAZZ WALTZ No.2)
  • Shostakovich (JAZZ POLKA)
  • Villa-Lobos (BACHIANAS BRASILEIRA No. 5)
  • Milhaud (SCARAMOUCHE)
  • Bernstein (WEST SIDE STORY MEDLEY)

IL RICAVATO DEL CONCERTO SARA’ UTILIZZATO PER LE INIZIATIVE DI SUPPORTO ED INCLUSIONE SOCIALE DELLO SPORTELLO SOCIALE CRI.

L’evento si inserisce nei festeggiamenti per i 155 anni dell’Associazione – afferma il Presidente CRI di Forlì Davide Gudenzi – infatti la Croce Rossa Italiana nacque il 15 giugno 1864 a Milano, come “Comitato milanese dell’Associazione italiana per il soccorso dei feriti e i malati di guerra”, anticipando quello che sarebbe avvenuto durante la Conferenza Internazionale di Ginevra il 22 agosto dello stesso anno.

Il Prof. Di Tella e gli altri Maestri – aggiunge la Volontaria CRI Maria Teresa Turci Fratesi, organizzatrice dell’evento – ci regalano sempre tante emozioni e siamo molto grati per la loro grande disponibilità.

Prevendita biglietti:

Croce Rossa Italiana – Comitato di Forlì
viale Roma 26 – 47121 Forlì
dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 – da lunedì a venerdì

info 0543.62122

festa8

Quali sono i giochi musicali più divertenti da proporre alla festa di compleanno del vostro bambino

State cercando delle canzoni da festa di compleanno per bambini? La musica è un elemento importante in una festa di compleanno. Ci sono canzoni per proporre giochi, animare la festa oltre alle canzoni per fare gli auguri ai bambini.

Le attività musicali infatti permettono ai bambini di scatenarsi e divertirsi senza tuttavia che mamma e papà perdano “il controllo” della situazione e che la festa degeneri in un caos ingestibile.

Si balla, si canta, si imitano i passi degli animali ma allo stesso tempo ci sono regole da seguire e turni da rispettare, così che tutto fili liscio. Ecco alcuni giochi musicali da organizzare durante una festa di compleanno:

  • la danza delle sedie: basta mettere al centro della sala un numero di sedie inferiore a quello dei partecipanti: se ad esempio i bambini sono 10, sarà necessario disporre 9 sedie. Quando la musica inizia, i bimbi devono camminare e ballare intorno alle sedie e quando la canzone si interrompe, ciascuno deve cercare di accomodarsi su una sedia. Chi resta in piedi, viene eliminato.
  • il baby karaoke: per prima cosa scegli un cd di canzoni che i bimbi conoscono bene, come ad esempio le sigle dei cartoni animati, quindi dividi gli invitati in due squadre. Quando inizia la canzone, una squadra per volta, dovrà cominciare a cantarla, e quando la musica si interromperà improvvisamente dovrà dimostrare di saper proseguire senza base musicale, aggiudicandosi un punto.
  • ll pacchetto regalo con sorpresa: per organizzare questo gioco è necessario scegliere un piccolo dono da avvolgere con la carta da regalo in modo tale da creare diversi rivestimenti. Quando la musica parte, i bimbi si passano il pacchetto l’uno con l’altro, quando la musica si interrompe, chi si ritrova con il pacchetto in mano, deve scartarne uno strato. Si va avanti fino a che il vincitore scarterà l’ultimo foglio, aggiudicandosi il regalino
  • Il ballo degli animali: un gioco che piace molto ai bimbi è quello di imitare i passi degli animali, ballando su un sottofondo musicale. Un giudice adulto, decide di volta in volta l’animale da imitare e decreta il miglior imitatore per ciascuna sessione.

 

Se non avete molto tempo, ma una festa da preparare, potete rivolgervi ad un servizio di animazione per bambini, come Tuttinfesta a Rimini, un’organizzazione di animatori ed artisti dello spettacolo che propone ogni tipo di animazione per bambini e adulti, tra cui anche giochi musicali.

Se invece la vostra preoccupazione è dove poter festeggiare, allora vi consigliamo la sala per feste di compleanno “IL PARCO” del Peter Pan di Forlì, nel cuore del Parco Urbano ed immersa nel verde con un’ampia sala, ideale per festeggiare compleanni, battesimi ed ogni ricorrenza.

20161107-asdevergreenmeldola-legionella-in-piscina-forlive

Legionella in piscina

Ultimamente si sono verificati dei casi di legionella in una piscina in Toscana che hanno alimentato preoccupazioni e timori a proposito di questa malattia. Ma esattamente di cosa si tratta? La legionella è un genere di batteri che sono stati catalogati in ben di 50 specie tra le quali, la più pericolosa è pneumophila responsabile del 90% delle epidemie. Le legionelle sono essenzialmente presenti nelle condotte cittadine, negli ambienti acquatici sia artificiali che naturali come terme, fiumi, laghi. E’ proprio da questi che il batterio arriva a contagiare gli ambienti artificiali, risalendo impianti idrici e condotte e contaminando tubature, fontane e piscine. Favorevoli risultano essere le condizioni di stagnazione dell’acqua, la presenza di amebe, la presenza di incrostazioni e sedimenti di ogni tipo. Questi germi possono sopravvivere nell’acqua in un range di temperatura che va dai 5,7° fino 55° e, presentano il loro maggior sviluppo tra i 25° e i 42°. La legionellosi si presenta con brividi, febbre, colpi di tosse, difficoltà respiratorie, dolori muscolari, inappetenza, vomito, diarrea, polmoniti, emicranie e le conseguenze di questa infezione possono essere anche gravi. Per questo, frequentare dei posti pubblici che hanno posto grande attenzione alla prevenzione è cosa buona e giusta.
Cosa che ha fatto la Piscina di Meldola da sempre sensibile a questo problema e all’avanguardia di ogni mezzo di prevenzione per questo e altri batteri che potrebbero arrecare danni a tutti coloro che cercano solamente un po’ di svago.

237-bb-forumlivii-il-vecchio-bus-londinese-e-un-bb-di-lusso

Il vecchio bus londinese è un b&b di lusso

Chi non conosce quei simpatici autobus pubblici londinesi che sono caratterizzati dal loro tradizionale color rosso e dal fatto di essere a due piani? Nella moderna ‘mitologia’ questo veicolo si coniuga immediatamente alla capitale inglese e non tutti sanno che si tratta degli storici Aec Routemaster che hanno fatto la loro apparizione negli anni Sessanta.
Vere icone distintive di Londra, hanno suggerito al 54enne italiano Filippo e a sua moglie, Susan Moiser di acquistare uno di questi giganti rossi e trasformarlo opportunamente in un vero e proprio Bed & Breakfast indubbiamente molto particolare.
Dopo aver investito per l’acquisto dell’autobus a due piani ed averlo sistemato in uno spazio privato all’aperto, hanno chiesto aiuto ad un interior designer per elaborarlo ed arredarlo per trasformarlo in una originale oasi con tanto di idromassaggio e giardino.
Il suo nome (e non poteva essere differentemente) è Trafalgar Square e, del veicolo originale oltre alla carrozzeria, sono rimasti molti pezzi come i sedili ed il volante.
Se il piano superiore è stato trasformato in una intima camera matrimoniale con tanto di lenzuola di morbida seta e ornamenti di velluto, quello inferiore vede un bagno con una vasca d’epoca ovviamente restaurata e un tv LED. Gli ospiti che vi soggiorneranno avranno in omaggio una vestaglia personalizzata. Incredibile ma vero: questo bus fu utilizzato nel 1966 per celebrare la vittoria della Coppa Rimet da parte della Nazionale Inglese.
Se proprio non riuscite a recarvi a Londra per vivere questa emozione, volgete il vostro interesse verso un Bed & Breakfast di lusso a Forlì, e scegliete il B&B Forum Livii. Sicuramente il trattamento vi permetterà di vivere un week-end di intenso relax e potrete approfittare di gustare la tipica cucina romagnola rivista in chiave vegetaria che, a nostro avviso, resta decisamente più stimolante di quella anglosassone, presso Flora biocaffè e ristorante vegetariano a Forlì.

raindrop cake

Raindrop Cake: La torta che sta spopolando sul web

Tutti sono impazziti per la raindrop cake, un singolarissimo dolce creato da Darren Lang, un pasticcere di origini nipponiche che a New York ha lanciato una torta che assomiglia ad una grande goccia d’acqua.

Chi la vede per la prima volta, non crede che quella goccia d’acqua si possa mangiare e si domanda come faccia ad esistere ignorando che la chimica rende possibile tutto questo. Lanciata nella Big Apple, occorre andare fino a Smorgasburg –il mercato di Brooklyn- e mettersi pazientemente in fila davanti al banchetto dove Darren Lang, vende pozioni di questa singolarissima torta. Con 8 dollari (che per un pezzo di dolce sono tanti) e dopo aver fatto una chilometrica coda, si può assaporare questa creazione che un post divenuto virale, è apparsa per la prima volta su BuzzFeed.

L’ispirazione è nata dai mochi, i famosi involtini di farina di riso ed è realizzata con l’aggiunta di agar agar, un’alga gelatinosa. Il suo inventore ha rivelato che è riuscito in questa impresa, bilanciando in modo appropriato gli ingredienti al fine di guadagnare la giusta consistenza. La ricetta per una singola porzione vede l’utilizzo di 15 grammi di agar agar, 12 grammi di zucchero semolato e mezzo litro di acqua naturale.

Se volete provare a prepararla prendete una pentola dove miscelerete lo zucchero e l’agar agar, che è un addensante naturale totalmente insapore. Poi, a fuoco bassissimo, aggiungete l’acqua fino a che non si amalgami con gli ingredienti e lasciate bollire fin quando si è sciolto tutto l’agar agar. Una volta levato dal fuoco, versate il liquido in uno stampino tondo e mettetelo a raffreddare in frigo per tre ore almeno. Una volta solidificato mettete il composto su di un piatto dove sarà già presente della farina di soia tostata oppure una qualsiasi granella e ricordarsi di mangiarlo entro mezzora, ossia prima che si sciolga.

Se, invece, siete poco propensi alle novità provenienti dall’estero e volete assaporare le tradizionali torte o delle innovative creazioni di dolci della nostra terra,  vi invitiamo a fare un salto alla Pasticceria Mengozzi di Forlì, anche solo per assaggiare uno dei loro colorati e deliziosi biscottini.

tenda da sole in vendita a forlì

Approfittate di questa primavera per acquistare una nuova tenda da sole presso la Tappezzeria Mazzoli di Forlì

Dopo l’enorme successo riscosso lo scorso anno, anche per il 2016, presso la Tappezzeria Mazzoli di Forlì potrete acquistare una nuova tenda da sole ad un prezzo irripetibile. Come è possibile? Lo Stato ha prolungato il periodo di validità della detrazione fiscale che vi permette di recuperare il 65% della spesa sostenuta. Inoltre è in corso la sopravvalutazione della vostra vecchia tenda fino ad un importo di 500€.

Questa offerta è valida sull’acquisto delle tende da sole a catalogo e termina il 30 giugno 2016. Se volete avere maggiori informazioni sugli incentivi statali, sulla rottamazione e sulle tende da sole e pensiline in promozione potete recarvi presso la Tappezzeria Mazzoli in Via Tevere, 95 a Forlì.

tende e fiori per il tuo balcone

Forlì: alcuni idee per arredare al meglio il vostro balcone

Il balcone è uno degli angoli di casa dove, molto spesso, a causa del poco spazio aggravato da una cattiva ottimizzazione degli spazi, passiamo molto meno tempo della nostra vita rispetto a quello che in realtà desideriamo.

In realtà arredare bene il nostro balcone significa anche valorizzare tutta l’intera casa. Partendo dalla eliminazione di tutti quegli oggetti inutili presenti, appoggiati ‘temporaneamente’ senza uno scopo preciso, è possibile guadagnare spazio da abbellire a nostro piacimento.

Il consiglio che molti arredatori danno è di rendere il vostro balcone molto colorato, brillante, seguendo i vostri gusti o, nel caso in cui sia uno spazio comune con il salotto o altre zone della casa, mantenere una continuità di colori.

Non c’è dubbio che il ruolo più importante è ricoperto dalle piante e dai fiori che scegliete. Per farlo non dovete solo seguire il vostro istinto o gusto, ma dovete fare attenzione al punto cardinale in cui si trova il vostro balcone. A seconda di quanto sole arriva durante tutta la giornata, infatti, soprattutto se il pollice verde non è tra le vostre caratteristiche migliori, è necessario acquistare piante più o meno resistenti .

Se il vostro balcone, per esempio, è esposto a sud, vi consigliamo questa veloce guida sulle piante particolarmente resistenti al sole.

Per godere di questo angolo della vostra casa, soprattutto nelle giornate primaverili ed estive, non c’è nulla di meglio di una tenda da sole, possibilmente motorizzata, in grado, cioè, di capire da sola quando è necessario chiudersi automaticamente a causa del forte vento che la potrebbe danneggiare, oppure di aprirsi per l’arrivo dei primi raggi di sole particolarmente caldi.

Se desiderate conoscere meglio questa tecnologia potete fare visita alla Tappezzeria Mazzoli in via Tevere 95 a Forlì, proprio per il fatto che è una delle rivenditrici ufficiali del marchio Somfy, leader in questo settore.

bizantina bag

Una nuova moda: la borsa realizzata con i ritagli di tappezzeria

La tappezzeria è sempre stato un elemento che viene visto agli antipodi rispetto alla moda. Non è raro, infatti, che qualche critico che non approva i gusti eccentrici di certi personaggi dello spettacolo, definisca la sua giacca come di tappezzeria. Questa volta, invece, la stilista Benedetta Lignani Marchesani ha superato tutti questi preconcetti ed ha creato qualcosa di originale e diventato subito richiestissimo. Stiamo parlando della Bizantina Bag, la particolare borsa nata dopo un viaggio ad Istanbul della stilista.

Dopo aver preso ispirazione dal rivestimento dei propri divani, Benedetta ha disegnato una linea ad edizione limitata di pochette da sera. E’ nato tutto come un gioco fatto insieme alla figlia. L’idea era quella di creare per se stesse queste originali borsette e mai si sarebbero aspettate un successo così immediato. Le amiche hanno iniziato a chiederle dove le avessero comprate e, saputa la loro storia, hanno supplicato Benedetta di crearne altre anche per loro. Stupita da questa inaspettata richiesta ha così iniziato una ricerca in giro per l’Europa di tessuti di velluto realizzato con telai manuali e con antiche tecniche artigianali.

Come era facile immaginare nessuna trama era perfettamente identica all’altra e nessun ritaglio poteva in alcun modo essere replicato. Ogni pochette, quindi, è diventata unica ed irripetibile, diventando, per questo ancora più desiderata.

Chissà cosa ne pensa di tutto questo Marco della Tappezzeria Mazzoli di Forlì. La sua specialità è l’installazione di tende da sole per negozi e privati e difficilmente lo vedremo alle prese con il confezionamento di borsette da sera all’interno del suo negozio in Via Tevere 95. Va comunque dato merito alla creativa stilista Benedetta Lignani Marchesani di essere riuscita a trovare una linea comune tra due mondi fino ad oggi molto lontani.

mangiare la pizza con le mani

Galateo moderno e pizza: mangiare con le mani adesso si può!

C’è chi dice che le cose mangiate con le mani sono più gustose. Se non ti lecchi le dita godi solo a metà, citando la pubblicità delle famose patatine. Chi di noi non l’ha mai fatto? A casa, sul proprio divano, di nascosto da tutti, rilassati senza passare per cafoni o maleducati. Signori e signore, notizia fresca di questo nuovo anno, ora tutti noi potremo mangiare con le mani senza alcun problema di stile. É scritto sul galateo inglese moderno, provare per credere. Questa nuova guida agli usi e all’ etichetta moderna si può trovare su Amazon – Debrett’s New Guide to Etiquette and Modern Manners. Questo nuovo manuale è da studiare per essere aggiornati sulle norme da rispettare per farsi riconoscere come dei veri signori senza più temere sguardi di disprezzo.

D’ora in poi saremo dei veri e propri esempi di bon ton anche con una pizzetta al taglio del famoso e storico locale Pizza Altero. Secondo le norme di galanteria infatti si può mangiare una pizzetta al taglio per strada, purché venga stretta fra due tovaglioli di carta puliti, cosa che abbiamo sempre fatto tutti quanti, anche senza questi ultimi consigli. Vera novità e gentile concessione, soprattutto per quelli che la pizza la preferiscono mangiare con le mani, è la possibilità di mangiarla senza forchetta e coltello anche in un ristorante o una pizzeria.

Se hai voglia di una buona pizza puoi andare nella pizzeria Gigio Pizza, sederti al tavolo con amici, conoscenti o parenti e finalmente mangiare gli spicchi di pizza comodamente con le mani, senza venire considerato un grezzo e maleducato. Unica postille, a mio avviso giustissima, il consiglio del galateo inglese moderno è quello di tagliare con le posate la pizza in pezzettini non troppo grandi e poi mangiarli con le mani, questa avvertenza è ottimale soprattutto se si è in compagnia di persone ed occasioni non troppo formali.

Buona pizza con le mani a tutti! Ricordatevi poi di lavarle se no la “classe” dimostrata svanisce subito.

C’era una volta il “Trefolo”, inaugurato il “Teaching hub”

P1370956 Panorama

Era il 12 Aprile 2010 quando alla presenza di numerose autorità venne posata la prima pietra di quest’opera complessa, per certi aspetti controversa, che sorge nella vecchia sede dell’ospedale Morgagni.

Continua la lettura di C’era una volta il “Trefolo”, inaugurato il “Teaching hub”