6

Sfruttare i computer degli utenti per produrre monete digitali

Il Bitcoin viene distribuito come un software da installare in un certo numero di computer per poter poi operare da remoto. La diffusione dei bitcoin è stata negli ultimi anni rapida e legata a motivi finanziari e ideologici, poiché il suo scopo fondamentale era quello di poter creare una sorta di economia virtuale in cui le banche sarebbero risultate obsolete, dato che avrebbe permesso transizioni finanziarie tra cittadini senza alcun intermediario.

Tuttavia esistono ancora diversi rischi legati all’utilizzo di questa nuova moneta che ne limitano attualmente una reale diffusione, come ad esempio il fatto che il valore delle monete virtuali è stato caratterizzato in molti casi da una grande volatilità derivante dalle dinamiche di domanda ed offerta, ma anche da altri fattori, quali, ad esempio, una perdita di notorietà legata ad un aumento di popolarità di un’altra moneta virtuale, fattore difficilmente prevedibile.

Negli ultimi tempi L’esplosione delle criptovalute ha rilanciato una pratica che sembrava divenuta molto ardua: sfruttare il computer di qualcuno per produrre (in gergo, «minare») monete digitali: il Monero. In particolare, utilizzare la potenza computazionale dei dispositivi altrui attraverso siti web contenenti specifiche istruzioni.

Quando il browser di un utente li visita, il suo computer viene messo al lavoro per risolvere i complessi algoritmi necessari per generare valuta digitale. La società di cybersicurezza Kaspersky ha rilevato che 700mila computer avrebbero subito attacchi di cryptomining nel 2014; numero salito a 1,8 milioni nel 2016. E che nei primi 8 mesi del 2017 erano già 1,65 milioni.

Oltre a questi problemi di sicurezza l’utilizzo di monete virtuali come mezzo di pagamento di beni e servizi non è tutelato da alcun diritto di rimborso ai sensi della normativa Ue vigente.

Per chi invece è alla ricerca un investimento sicuro e a lungo termine, l’oro rappresenta ancora una risorsa ideale. Attualmente le quotazioni sono sempre molto elevate per quello che viene definito un bene alternativo piuttosto affidabile ed il bene di rifugio più antico del mondo.

Se siete anche voi di questa idea, allora vi segnaliamo alcuni Compro oro presenti in Romagna: Oro Shop a Ravenna in via Gordini 15, oppure potete recarvi presso Compro Oro E Argento – Rd Business Gold a Rimini in via Lagomaggio 21, oppure a Forlì il compro oro Mercato Dell’Oro in Corso G. Mazzini 159.


Questo articolo è stato visualizzato 2.008 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *