ladro3

Una casa a prova di ladro: ecco le migliori soluzioni

Ormai è tempo di vacanza e purtroppo anche tempo di furti nelle case rimaste incustodite. Chi non vede l’ora di partire per godersi il meritato riposo, è anche consapevole che, senza le dovute precauzioni, al rientro potrebbe trovare la casa svaligiata.

Per godersi appieno le vacanze senza preoccuparsi di trovare brutte sorprese al rientro è fondamentale adottare tutte le precauzioni necessarie per tutelare la propria casa attraverso sistemi di protezione passiva e attiva. I sistemi di protezione passiva consistono nell’installazione di strutture antiscasso. Nella scelta della porta d’ingresso blindata; Un altro sistema di protezione passiva consiste nell’installazione di finestre rinforzate e inferriate fisse;

Questi vanno integrati con sistemi di protezione attiva, vale a dire sistemi d’allarme antintrusione in grado di rilevare e annullare un potenziale pericolo. Prima di tutto dobbiamo sapere che i sistemi d’allarme si dividono in perimetrali, che difendono la casa dall’esterno, e volumetrici, che agiscono internamente.

Gli impianti d’allarme perimetrali vengono installati lungo le pareti esterne della casa e creano una vera e propria cintura difensiva dell’abitazione.

Gli impianti d’allarme volumetrici invece bloccano l’intruso una volta che è già entrato in casa, attraverso una serie di sensori volumetrici in grado di registrare i movimenti e le variazioni di temperatura.

Infine vi sono anche gli impianti d’allarme cablati che hanno tutti i componenti collegati da cavi elettrici incassati nei muri e sono adatti per le nuove costruzioni e le ristrutturazioni in cui la posa dei cavi nelle pareti può essere pianificata sotto intonaco sin dalla fase di costruzione.

La cosa fondamentale è affidarsi a ditte qualificate in grado di guidarci nella scelta del sistema più adatto alla nostra situazione, installarlo correttamente e rilasciare un certificato di conformità al termine dei lavori. Fondamentale lo studio della planimetria dell’abitazione, degli ambienti, del numero di aperture e di eventuali punti critici che possono essere facilmente soggetti ad effrazione, per effettuare una accurata progettazione.

Per questo motivo è meglio affidarsi ad un professionista del settore ed in Romagna vi consigliamo Caveja Impianti a Forlì, oppure Fraternali Elettricità a Rimini, oppure Fox Impianti Elettrici a Ravenna.


Questo articolo è stato visualizzato 2.174 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *