237-bb-forumlivii-il-vecchio-bus-londinese-e-un-bb-di-lusso

Il vecchio bus londinese è un b&b di lusso

Chi non conosce quei simpatici autobus pubblici londinesi che sono caratterizzati dal loro tradizionale color rosso e dal fatto di essere a due piani? Nella moderna ‘mitologia’ questo veicolo si coniuga immediatamente alla capitale inglese e non tutti sanno che si tratta degli storici Aec Routemaster che hanno fatto la loro apparizione negli anni Sessanta.
Vere icone distintive di Londra, hanno suggerito al 54enne italiano Filippo e a sua moglie, Susan Moiser di acquistare uno di questi giganti rossi e trasformarlo opportunamente in un vero e proprio Bed & Breakfast indubbiamente molto particolare.
Dopo aver investito per l’acquisto dell’autobus a due piani ed averlo sistemato in uno spazio privato all’aperto, hanno chiesto aiuto ad un interior designer per elaborarlo ed arredarlo per trasformarlo in una originale oasi con tanto di idromassaggio e giardino.
Il suo nome (e non poteva essere differentemente) è Trafalgar Square e, del veicolo originale oltre alla carrozzeria, sono rimasti molti pezzi come i sedili ed il volante.
Se il piano superiore è stato trasformato in una intima camera matrimoniale con tanto di lenzuola di morbida seta e ornamenti di velluto, quello inferiore vede un bagno con una vasca d’epoca ovviamente restaurata e un tv LED. Gli ospiti che vi soggiorneranno avranno in omaggio una vestaglia personalizzata. Incredibile ma vero: questo bus fu utilizzato nel 1966 per celebrare la vittoria della Coppa Rimet da parte della Nazionale Inglese.
Se proprio non riuscite a recarvi a Londra per vivere questa emozione, volgete il vostro interesse verso un Bed & Breakfast di lusso a Forlì, e scegliete il B&B Forum Livii. Sicuramente il trattamento vi permetterà di vivere un week-end di intenso relax e potrete approfittare di gustare la tipica cucina romagnola rivista in chiave vegetaria che, a nostro avviso, resta decisamente più stimolante di quella anglosassone, presso Flora biocaffè e ristorante vegetariano a Forlì.

crema viso a base di cetriolo

I benefici del cetriolo per la pelle del viso

I cetrioli hanno la capacità di aiutare a ridurre la comparsa delle occhiaie in modo rapido e senza rischi per la pelle. L’abbondanza di antiossidanti e di silice all’interno di cetriolo favorisce il ringiovanimento della pelle e la dissolvenza occhiaie.

Ecco perché il cetriolo è uno degli “ingredienti” della COLAZIONE PURIFICANTE del centro estetico specializzato in trattamenti viso Jean Claude Cesena.

Ancora per pochi giorni in prova “degustazione sublime” al 50% di sconto, provalo!

mosaico 2400 anni fa siate allegri godetevi la vita

“Siate allegri, godetevi la vita”: un mosaico di 2400 anni fa

E’ una di quelle notizie che sembrano prese da  ‘Scherzi a parte’ ma confermiamo che è proprio vera. Durante degli scavi archeologici che si stanno facendo in Turchia, vicino al confine con la Siria nell’antica città greco-romana di Antiochia, è stato ritrovato un mosaico vecchio di 2400 anni. Cosa che potrebbe apparire anche normale se non fosse per la particolarità del disegno presente, del tutto singolare. Quello che è raffigurato è uno scheletro comodamente adagiato su un  immaginario pavimento che rappresenta un unicum in quanto, non si sono mai trovati mosaici con scheletri. Stranezza nella stranezza è quanto lo scheletro dice, ossia ‘siate allegri, godetevi la vita’ come se fosse, oltre che un invito anche un inno alla vita. Il mosaico è stato rinvenuto in quella che fu una sala da pranzo all’interno di una villa certamente appartenuta a qualche ricco signore dell’epoca.

Anche se i mosaici appartengono a periodi dell’antichità come quelli famosi dell’epoca romana e quelli di bizantina memoria, anche nel XX secolo furono utilizzati per abbellire ed ornare le monumentali opere fatte fare sotto l’era fascista come quelli del Foro Italico e quelli dell’Eur.

In Italia si è smarrita l’usanza di pensare a pavimenti realizzati con la tecnica del mosaico anche se ci sono ancora dei centri di eccellenza dove le tecniche vengono mantenute vive e dove si realizzano delle vere e proprie opere d’arte.

Al giorno d’oggi però, sta riprendendo vigore la richiesta di far realizzare dei mosaici in pietra soprattutto utilizzate per abbellire pavimenti esterni che, in difetto di ciò, apparirebbero anonimi ed impersonali. La Edilpietra di Galeata è un punto di riferimento per tutti coloro che sono interessati a ornare il loro spazio esterno con un elegante e solido mosaico in pietra ed è nella condizione di poter suggerire la miglior soluzione atta a soddisfare ogni richiesta.

raindrop cake

Raindrop Cake: La torta che sta spopolando sul web

Tutti sono impazziti per la raindrop cake, un singolarissimo dolce creato da Darren Lang, un pasticcere di origini nipponiche che a New York ha lanciato una torta che assomiglia ad una grande goccia d’acqua.

Chi la vede per la prima volta, non crede che quella goccia d’acqua si possa mangiare e si domanda come faccia ad esistere ignorando che la chimica rende possibile tutto questo. Lanciata nella Big Apple, occorre andare fino a Smorgasburg –il mercato di Brooklyn- e mettersi pazientemente in fila davanti al banchetto dove Darren Lang, vende pozioni di questa singolarissima torta. Con 8 dollari (che per un pezzo di dolce sono tanti) e dopo aver fatto una chilometrica coda, si può assaporare questa creazione che un post divenuto virale, è apparsa per la prima volta su BuzzFeed.

L’ispirazione è nata dai mochi, i famosi involtini di farina di riso ed è realizzata con l’aggiunta di agar agar, un’alga gelatinosa. Il suo inventore ha rivelato che è riuscito in questa impresa, bilanciando in modo appropriato gli ingredienti al fine di guadagnare la giusta consistenza. La ricetta per una singola porzione vede l’utilizzo di 15 grammi di agar agar, 12 grammi di zucchero semolato e mezzo litro di acqua naturale.

Se volete provare a prepararla prendete una pentola dove miscelerete lo zucchero e l’agar agar, che è un addensante naturale totalmente insapore. Poi, a fuoco bassissimo, aggiungete l’acqua fino a che non si amalgami con gli ingredienti e lasciate bollire fin quando si è sciolto tutto l’agar agar. Una volta levato dal fuoco, versate il liquido in uno stampino tondo e mettetelo a raffreddare in frigo per tre ore almeno. Una volta solidificato mettete il composto su di un piatto dove sarà già presente della farina di soia tostata oppure una qualsiasi granella e ricordarsi di mangiarlo entro mezzora, ossia prima che si sciolga.

Se, invece, siete poco propensi alle novità provenienti dall’estero e volete assaporare le tradizionali torte o delle innovative creazioni di dolci della nostra terra,  vi invitiamo a fare un salto alla Pasticceria Mengozzi di Forlì, anche solo per assaggiare uno dei loro colorati e deliziosi biscottini.

tenda da sole in vendita a forlì

Approfittate di questa primavera per acquistare una nuova tenda da sole presso la Tappezzeria Mazzoli di Forlì

Dopo l’enorme successo riscosso lo scorso anno, anche per il 2016, presso la Tappezzeria Mazzoli di Forlì potrete acquistare una nuova tenda da sole ad un prezzo irripetibile. Come è possibile? Lo Stato ha prolungato il periodo di validità della detrazione fiscale che vi permette di recuperare il 65% della spesa sostenuta. Inoltre è in corso la sopravvalutazione della vostra vecchia tenda fino ad un importo di 500€.

Questa offerta è valida sull’acquisto delle tende da sole a catalogo e termina il 30 giugno 2016. Se volete avere maggiori informazioni sugli incentivi statali, sulla rottamazione e sulle tende da sole e pensiline in promozione potete recarvi presso la Tappezzeria Mazzoli in Via Tevere, 95 a Forlì.

banana: rimedio naturale contro la puntura delle zanzare

Forlì: i rimedi ‘della nonna’ contro le punture delle zanzare

Come ogni anno, con l’arrivo dei primi caldi, tornano, sempre meno desiderate, le zanzare. Le punture di questi antipatici insetti non solo provocano un forte prurito, ma, non appena non resistiamo alla tentazione e ci grattiamo per un immediato sollievo, qualche minuto dopo, il prurito aumenta ancora di più.

Questo rituale si ripete tutte le estati e i consigli per evitare di sentire quel fastidioso prurito si sprecano. Qui ve ne riportiamo alcuni, tutti naturali, alcuni più conosciuti ed altri più bizzarri.

Uno dei primi rimedi è l’alcol, ma ciò non significa che dovete scolarvi un paio di birre per non sentire più il fastidio, piuttosto dovete bagnare un batuffolo di cotone con un po’ di alcol e passarlo con delicatezza sulla pelle.

Altro rimedio naturale è il limone: mettetevi al riparo dal sole e spruzzate sulla puntura qualche goccia di succo di limone. La sua caratteristica antibatterica, infatti, è in grado di alleviare il fastidioso prurito.

Per un sollievo immediato niente di meglio che un po’ di ghiaccio. Potete preparare un impacco e appoggiarlo delicatamente sulla pelle.  Se la zona colpita è piuttosto vasta allora il consiglio è di farvi una bella doccia con acqua fresca.

Forse non tutti sanno anche il dentifricio è un rimedio naturale che potete comodamente trovare a portata di mano in casa. L’unico inconveniente, però, è quello di ritrovarvi le braccia o le gambe piene di macchiette di dentifricio bianche, decisamente poco estetiche.

E la buccia di banana l’avete mai provata? Strisciando con delicatezza l’interno della buccia della banana, infatti, grazie al suo contenuto di zuccheri, contribuirete a eliminare il fluido che la zanzara vi ha iniettato subito dopo avervi punto.

Forse avrete trovato interessanti o almeno divertenti alcuni di questi consigli ‘della nonna’, ma, non c’è nulla da fare: prevenire è meglio che curare. Ecco perché se casa vostra ancora non è attrezzata, vi suggeriamo di montare tante belle zanzariere per tenere lontani questi antipatici insetti, contando sul fatto che, prezzo la Tappezzeria Mazzoli, per esempio, potrete trovare zanzariere ad alta trasparenza, realizzate con materiali di elevata qualità che non comprometteranno l’estetica della vostra abitazione.

tende e fiori per il tuo balcone

Forlì: alcuni idee per arredare al meglio il vostro balcone

Il balcone è uno degli angoli di casa dove, molto spesso, a causa del poco spazio aggravato da una cattiva ottimizzazione degli spazi, passiamo molto meno tempo della nostra vita rispetto a quello che in realtà desideriamo.

In realtà arredare bene il nostro balcone significa anche valorizzare tutta l’intera casa. Partendo dalla eliminazione di tutti quegli oggetti inutili presenti, appoggiati ‘temporaneamente’ senza uno scopo preciso, è possibile guadagnare spazio da abbellire a nostro piacimento.

Il consiglio che molti arredatori danno è di rendere il vostro balcone molto colorato, brillante, seguendo i vostri gusti o, nel caso in cui sia uno spazio comune con il salotto o altre zone della casa, mantenere una continuità di colori.

Non c’è dubbio che il ruolo più importante è ricoperto dalle piante e dai fiori che scegliete. Per farlo non dovete solo seguire il vostro istinto o gusto, ma dovete fare attenzione al punto cardinale in cui si trova il vostro balcone. A seconda di quanto sole arriva durante tutta la giornata, infatti, soprattutto se il pollice verde non è tra le vostre caratteristiche migliori, è necessario acquistare piante più o meno resistenti .

Se il vostro balcone, per esempio, è esposto a sud, vi consigliamo questa veloce guida sulle piante particolarmente resistenti al sole.

Per godere di questo angolo della vostra casa, soprattutto nelle giornate primaverili ed estive, non c’è nulla di meglio di una tenda da sole, possibilmente motorizzata, in grado, cioè, di capire da sola quando è necessario chiudersi automaticamente a causa del forte vento che la potrebbe danneggiare, oppure di aprirsi per l’arrivo dei primi raggi di sole particolarmente caldi.

Se desiderate conoscere meglio questa tecnologia potete fare visita alla Tappezzeria Mazzoli in via Tevere 95 a Forlì, proprio per il fatto che è una delle rivenditrici ufficiali del marchio Somfy, leader in questo settore.

rossetto backstage mesauda

Qualità, tendenza e stile! La cosmesi dei tuoi sogni a Riolo Terme

Croce e delizia l’essere donna! Unghie, labbra, viso, occhi: come dare giusto rilievo a ciascuno guardando alla qualità ma senza far piangere il portafoglio? Mesauda Milano, giovane azienda italiana, ha realizzato questa ricetta dei sogni: coniuga il meglio della ricerca del settore e dell’innovazione nel campo dell’industria cosmetica con dei prezzi competitivi, accontentando tutte le tasche. Con una nota di valore aggiunta rispetto ad altri brand: ogni singolo prodotto è realizzato nel laboratorio maggiormente specializzato in quella branca. Ecco perché se la maggior parte della sua linea produttiva è radicata in Italia, per alcuni prodotti, come smalti e pennelli, si sono fatte scelte di eccellenza che parlano, rispettivamente, francese e tedesco. Ed infine, a suggellare un’offerta di qualità, non passa inosservata la straordinaria bellezza delle formule e di colori di tendenza, senza contare un packaging funzionale, giovanile e accattivante. A partire già dai nomi! Backstage, Top model, Diva, Icona: non richiamano riflettori, red carpet e fascino? Sono solo i nomi dei rossetti creati da Mesauda, tali da richiamare l’effetto brillante e sofisticato ancor prima del loro utilizzo. Anche gli smalti non sono da meno. La loro formula innovativa, totalmente priva di ingredienti tossici e non testata sugli animali, garantisce un’applicazione estremamente facile, dall’asciugatura breve, per un effetto coprente, brillante, dotato di alta stabilità del colore nel tempo ed extra lucido. Ed ancora ombretti luminosi e leggeri, utilizzabili sia da asciutto per un effetto luminoso e trasparente, che con il pennello inumidito, correttori dall’effetto fondente ed invisibile, cipria, eyeliner, matite, fard, lucidalabbra e accessori… Un marchio completo, che è decisamente esclusivo anche per il fatto che non è dotato di un proprio shop online, almeno per ora. La profumeria Beauty & Fun di Riolo Terme, però, ha fiutato l’eccellenza della linea e lo rende disponibile nel proprio negozio per i suoi clienti che potranno testare e verificare di persona la convenienza garantita, sotto ogni punto di vista, da questi prodotti.

bizantina bag

Una nuova moda: la borsa realizzata con i ritagli di tappezzeria

La tappezzeria è sempre stato un elemento che viene visto agli antipodi rispetto alla moda. Non è raro, infatti, che qualche critico che non approva i gusti eccentrici di certi personaggi dello spettacolo, definisca la sua giacca come di tappezzeria. Questa volta, invece, la stilista Benedetta Lignani Marchesani ha superato tutti questi preconcetti ed ha creato qualcosa di originale e diventato subito richiestissimo. Stiamo parlando della Bizantina Bag, la particolare borsa nata dopo un viaggio ad Istanbul della stilista.

Dopo aver preso ispirazione dal rivestimento dei propri divani, Benedetta ha disegnato una linea ad edizione limitata di pochette da sera. E’ nato tutto come un gioco fatto insieme alla figlia. L’idea era quella di creare per se stesse queste originali borsette e mai si sarebbero aspettate un successo così immediato. Le amiche hanno iniziato a chiederle dove le avessero comprate e, saputa la loro storia, hanno supplicato Benedetta di crearne altre anche per loro. Stupita da questa inaspettata richiesta ha così iniziato una ricerca in giro per l’Europa di tessuti di velluto realizzato con telai manuali e con antiche tecniche artigianali.

Come era facile immaginare nessuna trama era perfettamente identica all’altra e nessun ritaglio poteva in alcun modo essere replicato. Ogni pochette, quindi, è diventata unica ed irripetibile, diventando, per questo ancora più desiderata.

Chissà cosa ne pensa di tutto questo Marco della Tappezzeria Mazzoli di Forlì. La sua specialità è l’installazione di tende da sole per negozi e privati e difficilmente lo vedremo alle prese con il confezionamento di borsette da sera all’interno del suo negozio in Via Tevere 95. Va comunque dato merito alla creativa stilista Benedetta Lignani Marchesani di essere riuscita a trovare una linea comune tra due mondi fino ad oggi molto lontani.

mangiare la pizza con le mani

Galateo moderno e pizza: mangiare con le mani adesso si può!

C’è chi dice che le cose mangiate con le mani sono più gustose. Se non ti lecchi le dita godi solo a metà, citando la pubblicità delle famose patatine. Chi di noi non l’ha mai fatto? A casa, sul proprio divano, di nascosto da tutti, rilassati senza passare per cafoni o maleducati. Signori e signore, notizia fresca di questo nuovo anno, ora tutti noi potremo mangiare con le mani senza alcun problema di stile. É scritto sul galateo inglese moderno, provare per credere. Questa nuova guida agli usi e all’ etichetta moderna si può trovare su Amazon – Debrett’s New Guide to Etiquette and Modern Manners. Questo nuovo manuale è da studiare per essere aggiornati sulle norme da rispettare per farsi riconoscere come dei veri signori senza più temere sguardi di disprezzo.

D’ora in poi saremo dei veri e propri esempi di bon ton anche con una pizzetta al taglio del famoso e storico locale Pizza Altero. Secondo le norme di galanteria infatti si può mangiare una pizzetta al taglio per strada, purché venga stretta fra due tovaglioli di carta puliti, cosa che abbiamo sempre fatto tutti quanti, anche senza questi ultimi consigli. Vera novità e gentile concessione, soprattutto per quelli che la pizza la preferiscono mangiare con le mani, è la possibilità di mangiarla senza forchetta e coltello anche in un ristorante o una pizzeria.

Se hai voglia di una buona pizza puoi andare nella pizzeria Gigio Pizza, sederti al tavolo con amici, conoscenti o parenti e finalmente mangiare gli spicchi di pizza comodamente con le mani, senza venire considerato un grezzo e maleducato. Unica postille, a mio avviso giustissima, il consiglio del galateo inglese moderno è quello di tagliare con le posate la pizza in pezzettini non troppo grandi e poi mangiarli con le mani, questa avvertenza è ottimale soprattutto se si è in compagnia di persone ed occasioni non troppo formali.

Buona pizza con le mani a tutti! Ricordatevi poi di lavarle se no la “classe” dimostrata svanisce subito.